Home / #CanzoneDelGiorno / The Zen Circus – L’amore è una dittatura

The Zen Circus – L’amore è una dittatura

Canzone Del Giorno #1134

Canzone Del Giorno #1134 – The Zen Circus – L’amore è una dittatura [Slow Music]

Avrebbero potuto portare una canzone in stile “L’anima non conta”, con un grande ritornello che avrebbe sicuramente fatto breccia nei cuori del grande pubblico, ma c’era troppo da dire su quel palco per portare una canzone normale, era necessario andare oltre e ci sono riusciti.

“L’amore è una dittatura” non è una semplice canzone, non ha un ritornello, non la puoi apprezzare al primo ascolto, il testo non è facile da digerire; quindi esattamente il contrario di come dovrebbe essere una canzone sanremese.

E’ una marcia, lenta e inesorabile, scandita dal ticchettio del tempo, che dipinge il quadro di una situazione sempre più confusa e problematica, ma non lo fa con retorica, non si piange addosso, ma anzi esplode nel finale con un crescendo unico ed emozionante, lasciando una speranza, un grido di ostinazione nei confronti della vita:

Ognuno di noi è completamente diverso dall’altro, ognuno di noi prova ad essere la versione migliore di se stesso, ma lo fa cercando di diventare come gli altri, quello che questo brano vuole urlarci è che dobbiamo coltivare la nostra diversità, non condannarla e reprimerla.

Siamo bellissimi per quello che già siamo e se sentirti diverso ti fa sentire a disagio è colpa di chi ti sta intorno, che ti fa sentire inadeguato, che vorrebbe che tu fossi grigio ed omologato a questo mondo fatto di rigidi schemi e codici.

Quello di cui tutti noi abbiamo bisogno è qualcuno che arrivi dirompente nella nostra vita e ti urli quello che questa canzone ci lascia come messaggio finale: “Sei l’unica, sei il solo.”

Noi possiamo continuare a sperare e aspettare che arrivi qualcuno a dircelo, ma la realtà dei fatti è che ognuno di noi può essere quell’urlo dirompente per l’altro, basterebbe che qualcuno facesse partire questo effetto domino, ma forse in fondo abbiamo troppa, troppa paura.

“Hai la democrazia dentro al cuore
Ma l’amore è una dittatura
Fatta di imperativi categorici
Ma nessuna esecuzione
Mentre invece l’anarchia la trovi dentro ogni emozione.”

Probabilmente non riceveranno mai i riconoscimenti che meriterebbero, ma questo brano senza dubbio entra nella storia del Festival di Sanremo, di una band che ha avuto il coraggio di andare oltre e sfruttare questo palco così importante incoraggiando alla diversità in un periodo storico sempre meno empatico e omologato e impaurito dal diverso.

E’ arrivata l’ora della dittatura dell’amore, dell’anarchia delle emozioni, per ricominciare, tutti insieme ad essere umani.

Grazie Zen.

A domani con la serata finale, sperando che per una volta trionfi la…

Buona Musica!


Vuoi ascoltare “L’amore è una dittatura”?
Ecco i link che fanno per te ~

Youtube:


Spotify:

Hai deciso di acquistare L’amore è una dittatura (singolo) ?
Utilizzando questi link sosterrai attivamente il progetto #CanzoneDelGiorno!
Viva la sincerità e grazie di cuore ♥

Canzone: L’amore è una dittatura Artista: The Zen Circus

About Giovanni Guariglia

Ciao! Sono Giovanni, ho 16 anni e vengo da Salerno. Sono un ragazzo che passa intere giornate ad ascoltare canzoni su canzoni, uno che per andare avanti basta abbia qualcosa da ascoltare nelle cuffiette. "La musica è un siero potente, scaccia fantasmi e riporta il sereno"

Articoli Correlati

Keaton Hensen

Keaton Henson – You Don’t Know How Lucky You Are

"Il vero atto di coraggio, quasi rivoluzionario, è saper sorridere sempre, anche quando tutto sembra crollare e ti senti solo in mezzo al nulla." Buona Musica! #SlowMusic

Dennis Lloyd

Dennis Lloyd – Leftovers

San Valentino senza amore, solo Musica. ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *