#CanzoneDelGiorno
Home / #CanzoneDelGiorno / Public Service Broadcasting – Gagarin

Public Service Broadcasting – Gagarin

Canzone Del Giorno #1433

Canzone Del Giorno #1433
Public Service Broadcasting – Gagarin
[War Never Changes]

Cari ascoltatori, benvenuti alla nona puntata di “War Never Changes”, la prima di questo freddo dicembre.

Freddo, come il tema che tratteremo, una componente della “Guerra Fredda”, ovvero la corsa allo spazio.

Public Service Broadcasting – Gagarin

Il gruppo londinese conosciuto per la sua voglia di utilizzare la musica come forma di cultura e insegnamento (ogni album tratta un tema storico o socio-politico ben preciso), pubblica nel 2014 “The Race For Space”.

Caratteristica principale di questo album è l’utilizzo dei testi estrapolati dalle varie personalità del tempo (J.F.Kennedy nella title track o narratori e giornalisti di documentari e televisioni di stato, come in questo caso, e via così); infatti il loro lavoro per questo concept album è creare un sottofondo elettronico, funk e rock per dei discorsi avvenuti circa settant’anni fa.

La #CanzoneDelGiorno inizia con “This is Moscow/This is Moscow calling”, in sintesi, le parole di un giornalista inglese, tratto dagli archivi britannici della BFI, in cui nel 1961 si brindava alla riuscita della missione che portò il primo uomo nello spazio.

Jurij Alekseevič Gagarin, come noto, fu il primo uomo che riuscì a compiere una missione nello spazio.
Utilizzato dall’ex URSS, come eroe nazionale e simbolo di propaganda (un chiaro esempio è l’utilizzo da parte del blocco sovietico della frase “Non vedo nessun Dio quassù”, attribuita al primo cosmonauta Russo, ma mai confermata ufficialmente), aiutò lo stato comunista a perseguire la sua guerra fredda nell’ambito spaziale; solo un anno dopo gli Stati uniti riuscirono a “pareggiare” mandando un loro cosmonauta nello spazio.

Come sappiamo, la “battaglia all’interno della guerra”, come l’astronauta americano Frank Borman ha sottolineato, fu vinta dagli Usa riuscendo nell’allunaggio, nel 1969, infatti come sottolineato dal discorso di Kennedy nella Title-Track che apre l’album,

“We choose to go to the moon in this decade and do the other things, not because they are easy, but because they are hard.”

Un album da scoprire poco a poco, piano piano, per non perdersi niente di questa graziosa opera, un album sulla bellezza di essere umani, un album da amare.

Ci ritorneremo presto, alla prossima!

Vuoi ascoltare “Gagarin“?
Ecco i link che fanno per te ~

Hai deciso di acquistare “The Race For Space” (album)“?
Utilizzando questi link sosterrai attivamente il progetto CanzoneDelGiorno.
Grazie di cuore ♥


Canzone: Gagarin
Artista: Public Service Broadcasting
Album: The Race for Space (2014)

About Umberto Veccaro

Umberto, 20 anni, studio economia e possiedo una playlist che porto avanti giornalmente dal 2015. Ho sempre desiderato scrivere per giornali musicali e recensire dischi. Aspetto il terzo album di Iosonouncane più del quarto di contessa.

Articoli Correlati

motta

Motta – La Nostra Ultima Canzone (2020)

E' arrivato l'arrivederci anche da parte dei The Starmen. Ecco a voi la "La Loro Ultima Canzone"!

Foo Fighters

Foo Fighters – Best of You (2020)

E' arrivata l'ora dei saluti del Beccuccio. Buona #CanzoneDelGiorno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *