Home / Playlist / Playlist del mese #16 – Ottobre (2018)

Playlist del mese #16 – Ottobre (2018)

Playlist #16

Playlist del mese #16 – Ottobre (2018)

Eeeh sì, è proprio il primo di Ottobre.

Inizia a far freschetto e la classica routine prende completamente il sopravvento.

Non diamoci, però, per sconfitti.
Ci aspetta un mese ricco di Buona Musica targata #CanzoneDelGiorno.
Varie novità sul sito web.
Partiamo da quelle dolorose: la cara siciliana Lu lascia (temporaneamente) il team dei collaboratori.
La ringraziamo, come sempre, per l’ottimo lavoro svolto.

Arrivano nuovi progetti capitanati dal sottoscritto (Gian) e dal buon Giò.
Nelle prossime settimane sveleremo il tutto.

Riprende la collaborazione con Redi-O Gago.
Ho preparato un nuovo format tutto da ascoltare.
Ci beccate ogni mercoledì alle 19:31 su spreaker.com!

Wow, ve l’avevo detto.
Tante succulente news.
E’ ora di passare al track by track e parlare di Musica!

Gian

Maneskin – Torna a casa

Tornano inaspettatamente con un pezzo introspettivo.
Perfetto per il mood malinconico di Ottobre.

Una svolta doverosa per la crescita artistica della band romana.
Ne abbiamo parlato qui:

#CanzoneDelGiorno dedicata

Fabrizio Moro – Ottobre

L’anno scorso aprivamo la #PlaylistDelMese di Ottobre con questa song.
Sono nostalgico, quindi ve la regalo nuovamente.

Tash Sultana – Cigarettes

Come accennato prima: mercoledì 3 ottobre riprende ufficialmente la collaborazione con Redi-O Gago.
Ho stravolto il format per il mio intervento.

Ogni settimana scopriremo insieme un nuovo artista.
Piccolo spoiler: partiamo da Tash Sultana.

L’intervento sarà corredato da una recensione e un portfolio sul sito web.
Tanta roba.

Stokka & Madbuddy – Quando un giorno tornerai

Poesia real hip hop

Ernia – Sigarette (L’inizio)

La mia fissa del mese.


TheStarmen

LSD – Thunderclouds

Nuovo trio formato da artisti già confermati come Labrinth, Sia e Diplo.
Non ci sono molte info su questo nuovo progetto, ma i singoli già stanno uscendo uno dietro l’altro.
Questo sicuramente è il più coinvolgente con un testo evocativo e la base trascinante del grande Diplo.

Zucchero – Occhi

Il maestro del soul italiano dodici anni fa se ne uscì con questo singolo che fu un successo in Italia e all’estero (con la sua versione Flying Away).
Un uomo che non riesce a vedere e a pensare ad altro che non sia la donna amata o desiderata, quella che ci fa “volare via”.
Se non è abbastanza la composizione fa il resto.

Bruce Springsteen – I’m Going Down 

Una canzone che descrive perfettamente uno stato d’animo, stiamo andando giù, stiamo affondando.
Qui si parla di una relazione tra due ragazzi, dove non si prova più ciò che si provava agli inizi e la sensazione che lentamente si sia rovinato l’amore promesso.
Nonostante il tema la traccia è vivace, non riflessiva, come se il Boss ci invitasse a riprenderci, ad accettare la rovina per tornare alla felicità.

David Bowie – The Man Who Sold the World

Traccia tratta dall’omonimo album, forse uno dei più sottovalutati del Duca Bianco (forse per la mancanza di una vera hit).
Come sempre la canzone è ricercata, gli strumenti musicali sono i più inusuali, anche se la chitarra elettrica emerge in un riff che a nostro parere è geniale per creare l’atmosfera cupa-misteriosa.
Bellissima canzone, da ascoltare insieme a tutte le altre dell’album per valorizzarla ancor di più.

Dire Straits – Brothers in Arms 

Mai banali, estremamente profonda è la tematica, lo strazio della guerra e la mancanza di casa, intesa non solo come un luogo. A “parlare” è un soldato in punto di morte, come il sussurrare della voce ci fa intuire, che riflette sulla guerra e sul fatto di essere effettivamente, tutti fratelli d’armi, anche con i nemici.
C’è una strofa della canzone che è tanto ovvia quanto riflessiva

“there’s so many different worlds, so many different suns
and we have just one world but we live in different ones.”

Giò

Pearl Jam – Black

Arrivi a 17 anni in un momento in cui o entri nella tua fase grunge o inizi a trappare, fortunatamente non sono qui a proporvi il nuovo album della DPG, ma quel genio di Eddie Vedder che 27 anni fa scriveva questo capolavoro.
Un testo che descrive perfettamente la mia attuale situazione sentimentale:

“I know someday you’ll have a beautiful life, I know you’ll be a star
In somebody else’s sky, but why
Why, why can’t it be, why can’t it be mine”

Da dedicare a chi sai che non farà più parte della tua vita, ma non hai ancora capito il perché.

Neffa – Aspettando il sole 

Questo brano è considerato uno dei manifesti più importanti della storia del Rap italiano.
E’ dal 1995 che dà la forza di andare avanti a migliaia di ragazzi che con gli anni sono cresciuti e guardano a questa canzone con nostalgia, ma questo brano rimane di una potenza comunicativa impressionante anche a chi lo ascolta per la prima volta a ventitré anni di distanza dalla sua composizione.
Ed è ciò che è capitato a me in questi ultimi mesi, Aspettando il sole è stato come un faro nella notte, mi ha fatto capire che alla fine di qualsiasi notte ci sarà comunque un altro giorno.

Mumford&Sons – Guiding light 

Rientriamo nel ventunesimo secolo con una delle band che sto ascoltando di più in questo 2018.
Venerdì scorso ha rilasciato “Guiding light” il primo singolo estratto dall’album in uscita “Delta“, probabilmente l’uscita che attendo di più in questi mesi.

Guiding light parla dei punti di riferimento che abbiamo nella nostra vita, parla delle luci che ci guidano quando intorno tutto è buio.
Un ritorno al sound folk che ha reso la band famosa in tutto il mondo dopo la virata più elettronica dell’ultimo album.
Aspetto solo di ascoltare Delta.

Tutte le cose inutili – Va tutto bene 

Questo brano anticipa un progetto futuro di CdG, di cui parleremo più approfonditamente nelle prossime settimane, quindi rimanete vigili.
Va tutto bene parla di amare qualcuno più di sé stessi e di come spesso non importi come tu stia basta che la persona che ami ti dica “Va tutto bene”.
Il brano fa parte dell’ultimo album dei Tutte le cose inutili uscito a gennaio di quest’anno, segnatevi bene questo nome 😉

Negramaro – Ottobre Rosso 

È di alcune settimane fa la notizia del malore che ha colpito Lele Spedicato, storico chitarrista dei Negramaro, gettando nell’apprensione l’intera scena musicale italiana, per fortuna dopo aver scongiurato il rischio di danni gravi il chitarrista si sta lentamente riprendendo.
A lui dedico questo brano intensissimo, augurandomi di rivederlo il prima possibile su un palco a suonare.

Aury

Rex Orange County – Sunflower

Nonostante questo pezzo sia uscito a marzo 2017, non so perché, lo sto sentendo ovunque soltanto adesso.
È BELLISSIMO!

Lui Hill – Words Become Useless

Artista electro/soul che ha debuttato questa estate col singolo “Words Become Useless”, brano in cui sentiamo piano, basso e batteria interamente suonati da lui.
Vi invito ad ascoltare il suo album!

Grouplove – Back In The 90’s

In ritardo di non so quanti anni, ho iniziato a vedere Bojack Horseman. Questa è la sigla di chiusura.


Pink Floyd – Is There Anybody Out There?

Ho visto “Love” di Gaspar Noé e questa canzone mi è entrata in testa.
Bellissimo film; sia per le tematiche trattate, che per la colonna sonora.

This Will Destroy You – Melted Jubilee
Amanti del Post-Rock, dopo quattro anni di assenza, sono finalmente tornati i This Will Destroy You con un nuovo album.

Acquista su Amazon.it

Anche per questo mese è tutto.
Continuate a seguirci su tutti i social perché questo mese sarà ricco di contenuti extra.

Seguici su Spotify!

Ecco la #PlaylistDelMese completa!

About Gianrocco

Ciao! Sono il fondatore del portale musicale canzonedelgiorno.it Sto in fissa con la musica da praticamente 19 anni, bello no?

Articoli Correlati

Playlist del mese #17

Playlist del mese #17 – Novembre (2018)

Playlist del mese #17 – Novembre (2018) Brrrr, fa freddino eh? Sì, è arrivato proprio …

Playlist Del Mese

Playlist del mese #15 – Settembre 2018

Playlist del mese #15 – Settembre 2018 Settembre is the new Capodanno. Reset. E’ praticamente …