Home / #CanzoneDelGiorno / Ghemon – Rosa Viola

Ghemon – Rosa Viola

Canzone Del Giorno #1149

Canzone Del Giorno #1149 – Ghemon – Rosa Viola [Slow Music]

La serata del venerdì di Sanremo dedicata ai duetti delle canzoni in gara ci ha regalato alcune versioni inedite e, sicuramente, meglio riuscite rispetto ai brani originali portati in gara (ad esempio i Sottotono insieme a Nino d’Angelo e Livio Cori e Roy Paci insieme ai Negrita.)

La collaborazione che però mi ha lasciato davvero senza parole è stata quella fra Ghemon, Diodato e i Calibro 35.

Ghemon aveva già preannunciato sui social che in occasione della serata dei duetti Rose viola avrebbe subito una trasformazione radicale “sarebbe diventata un’altra canzone”, quindi le mie aspettative erano già altissime, ma sono davvero riusciti ad andare oltre.

La #CanzoneDelGiorno è a tutti gli effetti la seconda parte del brano portato in gara a Sanremo, cambia l’atmosfera grazie alla strumentale quasi da poliziesco anni ’50 creata per l’occasione dai grandissimi Calibro 35, la voce calda di Diodato sostituisce nelle strofe quella di Ghemon, che non perde l’occasione (per fortuna) di portare sul palco dell’Ariston una strofa rappata per mostrare anche la sua “seconda anima” musicale.

Se Rose Viola è una storia d’amore raccontata dal punto di vista esclusivamente femminile, nella quale Ghemon è riuscito in maniera davvero credibile a mettersi nei panni di una donna con dolcezza e delicatezza, la sua seconda parte trova nella strofa centrale il punto di vista maschile, che nella sua semplicità riesce a far fare un ulteriore salto di qualità al brano:

Rose viola è una bellissima storia, che assume le sfumature di un rapporto umano ancora più viscerale, che va oltre una storia d’amore, che come può nascere in un attimo così può svanire in un secondo, un rapporto che non può essere definito, al quale non possono essere posti confini e limiti.

Due persone talmente legate fra di loro, che si bastano a vicenda, che non hanno bisogno di essere niente, in un mondo che vuole che tu sia per forza qualcosa.

Si tratta di un rapporto ambiguo, che può essere interpretato in più modi, ma il carattere comune è l’unicità di questo rapporto, è l’essere andati oltre l’amore, l’amicizia, in un territorio completamente inesplorato, dove è molto più facile sbagliare.

Siamo di fronte ad una canzone che ha un testo devastante e una musicalità raffinata e ricercata, probabilmente troppo per Sanremo, ma quest’anno ho potuto notare che le canzoni “troppo per sanremo” sono in crescita rispetto agli ultimi vent’anni, era ora.

Mi auguro che questa edizione 2019 possa non essere una voce nel deserto, ma che nei prossimi anni possa proseguire il processo di miglioramento, di un evento musicale ormai logoro.

La settimana prossima parliamo del nuovo album dei Cara Calma, nel frattempo

Buona Musica!

Vuoi ascoltare “Rose Viola” ?
Ecco i link che fanno per te ~

Youtube:

Spotify;

Canzone: Rose Viola
Artista: Ghemon

About Giovanni Guariglia

Ciao! Sono Giovanni, ho 16 anni e vengo da Salerno. Sono un ragazzo che passa intere giornate ad ascoltare canzoni su canzoni, uno che per andare avanti basta abbia qualcosa da ascoltare nelle cuffiette. "La musica è un siero potente, scaccia fantasmi e riporta il sereno"

Articoli Correlati

Noah and the Whale

Noah and the Whale – The First Days of Spring

Ecco a voi la puntata settimanale de #SlowMusic, a cura di Giovanni Guariglia. Buona Musica in compagnia dei Noah and The Whale!

Miguel

Miguel (ft. J. Cole, Salaam Remi) – Come Through and Chill

Venerdì chill insieme al caro Miguel. Scopri l'articolo completo della #CanzoneDelGiorno e Buona Musica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *